slideshow 2 slideshow 3 < a href="http://www.aipcr.it" target="_blank">slideshow 4 slideshow 5

Officina Italia, la voce della foresta che cresce.

Che cos'è "Officina Italia" ? Pensiamo all'Italia ed al mondo come ad un grande giardino. Alcune aiuole sono coltivate in modo eccellente: grazie alla cura del giardiniere, alla buona volontà, alla competenza, all'utilizzo delle migliori tecniche. Altre aiuole producono invece fiori e frutti di qualità inferiore. Se i migliori esempi di coltivazione fossero pubblicati , e quindi resi pubblici, tutti potrebbero prendere esempio: si potrebbe spezzare il pane della scienza a tutti i giardinieri di buona volontà.

Domenico Crocco

Società

Ecco dove sono i soldi per l’Italia: ma occorre saperli spendere

Incredibile: nell’Italia del dissesto ideogeologico, delle scuole da mettere in sicurezza, dei quartieri degradati da rigenerare, dai tanti ponti e gallerie da mettere in sicurezza e dai laboratori di ricerca che chiudono per mancanza di finanziamenti, rischiamo di dover restituire a Bruxelles 17 miliardi di fondi comunitari. La commissione europea ce li ha messi a disposizione per progetti che abbiamo scelto noi ma condividendoli con Bruxelles. Progetti che, considerando anche i cofinanziamenti nazionali, salgono a 30 miliardi da spendere entro il 31 dicembre 2015.

Una proposta: il senato delle associazioni

La proposta del  Senato delle Regioni è figlia di un altro contesto, diverso da quello attuale. Un contesto di conflittualità di competenza, di schermaglie costituzionali, di spinta federalistica e  non ancora  di spending review. Non era neanche esploso lo scandalo dei rimborsi dei consiglieri regionali, con il conseguente discredito istituzionale. Ora invece, con il progetto di riforma del titolo quinto della Costituzione, appare all’orizzonte un ridimensionamento delle competenze regionali su molti settori strategici che ritorneranno di competenza esclusiva statale.

Il debito pubblico italiano? Il più sostenibile d’Europa.

In tutt’Europa, proprio l’Italia ha il debito pubblico più sostenibile. Lo sostiene uno studio della Fondazione tedesca “Stiftung Martkwirtschaft”.
Il risultato si ottiene sommando al debito pubblico “esplicito”, riportato nel bilancio dello Stato, quello che gli studiosi tedeschi chiamano “debito pubblico implicito”, cioè l’importo delle spese che i diversi stati dovranno sostenere nel medio termine, in applicazione di leggi di spesa che producono i propri effetti in più anni.

Cresce in valore l’export italiano

L’export italiano aumenterà in valore del 6,9% l’anno tra il 2014 e il 2017.
E’ questa la previsione contenuta nel rapporto “Rethink - Evoluzioni e Prospettive del Nuovo Export Italiano”, elaborato dagli economisti del Gruppo Sace, il gruppo finanziario - assicurativo pubblico che sostiene le imprese esportatrici.
Come noto, a partire dal 2007, la domanda interna italiana è crollata e la produzione di beni e servizi destinati al consumo domestico si è drasticamente ridotta, ma il PIL complessivo è rimasto invariato grazie alla crescita delle esportazioni che si è registrata nello stesso periodo.

Siti italiani dell'UNESCO: paesaggi vitivinicoli del Piemonte. Langhe-Roero e Monferrato

Il 50° riconoscimento da parte dell’UNESCO per l’Italia arriva per i paesaggi vitivinicoli del Piemonte; sono in particolare tantissimi i comuni appartenenti alle zone “speciali” produttrici di vini apprezzati in tutto il mondo. I siti posti sul podio dell’eccellenza globale sono: Langa del Barolo; Colline del Barbaresco; Castello di Grinzane Cavour; Nizza Monferrato e Barbera; Canelli e Asti Spumante; Moscato; Loazzolo; Monferrato degli Infernot.

Siti italiani dell'UNESCO: Villa Adriana

La residenza per un imperatore ha sempre significato simbolicamente il segno del proprio potere ed opulenza. A questa logica non sfugge l’imperatore romano Adriano che nel 117 d.C. fa costruire un’imponente Villa, su 120 ettari di territorio, a circa 30 Km da Roma (oggi Tivoli). La dimora imperiale, dotata di aree abitative, teatri, piscine termali, biblioteche, caserma dei vigili, arena dei gladiatori, sala dei filosofi, templi, percorsi sotterranei, giardini e terrazze, è una miscela di esperimenti architettonici innovativi, a cui ha partecipato lo stesso Augusto.

Siti italiani dell'UNESCO: Valcamonica

Nel 1979, per la prima volta, l’Unesco conferisce all’Italia un posto tra le “grandi bellezze” mondiali.
“Le incisioni rupestri della Valle Camonica affondano le loro radici ad 8000 anni prima della nostra era. Non è necessario insistere sul carattere particolarmente prezioso delle manifestazioni umane che risalgono ad un periodo così antico”.
Questa è una delle motivazioni per cui, in provincia di Brescia, su una vasta area che circoscrive  ben sette parchi,  l’arte rupestre, che comprende oltre 140.000 incisioni figurative realizzate su 2400 rocce, è stata annoverata tra i patrimoni dell’umanità.

Siti italiani dell’UNESCO: Assisi

La città di Assisi insieme alla Basilica di S.Francesco, alla Chiesa di S. Maria degli Angeli e ad altri luoghi significativi francescani sono dal 2000  Patrimonio Mondiale UNESCO.
Assisi, l’antica Asisium dell’impero romano, è conosciuta in tutto il mondo per aver dato i natali a S. Francesco, patrono d’Italia.

Siti italiani dell’UNESCO: Alberobello

Alberobello è una cittadina pugliese situata nel cuore della Valle d’Itria, nell’altopiano delle Murge.
Sembra impossibile che a pochi chilometri da città come Brindisi, Bari e Taranto, possa sorgere alla vista dell’uomo un paesaggio incantato, unico nel suo genere. I “trulli”, le famose casette a cono, costruite in pietra, con tecnica architettonica vernacolare rappresentano un’attrattiva per i visitatori di ogni parte del mondo. 

Febbre da Social - La comunicazione nell'era 2.0

Il 19 Febbraio 2014 la notizia che Facebook ha comprato Whatsapp ha fatto il giro del mondo. Ma qual è il vero motivo di questo acquisto?
Al giorno d'oggi siamo tutti a conoscenza della portata dei social network. Siamo sommersi
dai social network, dalla multimedialità, viviamo in un mondo di interconnessioni infatti siamo
perennemente connessi in rete, e interagiamo in continuazione in quello che è definito ormai da
tempo il mondo virtuale.
Il mondo virtuale è un mondo in grado di ricreare le sensazioni, le emozioni di quello reale. Ma fino

Pagine

Tecnologia ed Innovazione

Macchine in affitto a Roma e Milano

Erano da poco arrivate nelle strade di Roma, dopo Milano, Smart biancocelesti di Car2Go ed ecco seguire le “romaniste” Enjoy in giallo e rosso. “E’ subito Derby” scherza l’assessore capitolino alla mobilità Guido Improta.
Contrariamente a Car2Go, di natalità tedesca, Enjoy è un prodotto tutto italiano con la collaborazione ENI e Trenitalia. Le differenze tra i due servizi di “car sharing” non sono poche. Prima di tutto  il modello di veicolo offerto: la Smart due posti per Car2Go e la Fiat 500 per Enjoy, omologate per quattro persone.

Telefonia: abolite tariffe roaming europeo

Non avremo più il terrore di utilizzare il nostro cellulare quando siamo in giro per l’Europa per tariffe spesso oscure e temendo sorprese costosissime al ritorno in Italia. Il Parlamento europeo ha infatti votato a favore dell’abolizione delle tariffe di roaming entro Natale 2015, nell’ambito di una votazione più ampia a sostegno della proposta della Commissione relativa al regolamento del mercato unico delle telecomunicazioni. Il provvedimento dovrà ora passare l’esame del Consiglio dei ministri Ue nell’ambito della procedura di codecisione.

L'e-health cresce in Europa

Secondo la vicepresidente della Commissione europea, Neelie Kroes, "L'Europa sta affrontando una crisi di assistenza sanitaria a causa dell'invecchiamento della popolazione. Utilizzando al meglio la tecnologia digitale possiamo ridurre i costi, ridare il controllo al paziente, rendere più efficiente la sanità e aiutare i cittadini europei ad essere attivi nella società più a lungo".

EUROPA: FINALMENTE CARICA CELLULARE UNIVERSALE

RISPARMIO E MENO DANNI ALL’AMBIENTE
Dal Parlamento europeo arriva il via libera al caricabatterie universale per tutti i telefoni cellulari. Gli eurodeputati hanno infatti approvato un aggiornamento delle leggi europee sulle apparecchiature radio in cui chiedono che sia sviluppato un caricabatterie comune per tutti i telefoni cellulari venduti nell’Unione europea, così da ridurre gli sprechi, i costi e i problemi per gli utenti.

Copernicus: sì al nuovo sistema Ue di osservazione della Terra

Copernicus, il nuovo sistema Ue di osservazione della Terra, è stato approvato dalla Commissione Industria del Parlamento europeo. Copernicus sostituirà il Monitoraggio globale per l'ambiente e la sicurezza (Gmes).

Copernico avrà un budget di 3,79 miliardi di euro per il periodo 2014-2020 e i suoi dati serviranno a vari scopi, tra cui il monitoraggio del cambiamento climatico e la tutela della pubblica sicurezza.

HORIZON 2020, NUOVO ORIZZONTE PER RICERCA E INNOVAZIONE

E’ previsto per dicembre 2013 il lancio di Horizon 2020, il nuovo programma dell'Unione Europea per la Ricerca e l'Innovazione. E’ lo strumento finanziario per la realizzazione di Innovation Union, una delle sette iniziative prioritarie individuate da Europe 2020, il documento che definisce la strategia dell’Unione Europea fino al 2020.

Il futuro dell’auto? Elettrica, a idrogeno, a gas ed ecocompatibile

Il mercato dell’automotive è in continua evoluzione. Il momento di crisi non solo non sembra fermarla, ma appare incentivare la ricerca di nuove fonti di energia con un duplice obbiettivo: riduzione dei costi e dell’impatto ambientale.
Se le Istituzioni Europee dal canto loro spingono per l’emancipazione energetica dal petrolio, dall’altro appare sempre più necessario che il mercato dei veicoli diventi sempre più ecofriendly.

AIDS: quando cellula buona scaccia cellula malata

A volte non tutti i mali vengono per nuocere e anche la cosa più malefica può portare una buona notizia.
La ricerca scientifica non dorme mai e piano piano riesce a scovare nuove incredibili soluzioni a malattie che fino al momento prima sembravano incurabili servendosi, incredibilmente, di altre malattie che vengono utilizzate come cavalli di troia.

La Costa Concordia si rialza grazie alle imprese italiane

Venti mesi fa, la notte del 13 gennaio 2012, l’Italia ed il Mondo intero si sono fermati di fronte alle immagini strazianti della Costa Concordia che si arenava sui fondali del Giglio. L’opinione pubblica aveva puntato l’indice sui (non ancora accertati) responsabili.  Oggi, quelle stesse dita applaudono alla capacità tutta italiana, di rimboccarsi le maniche e cimentarsi e riuscire  in un’impresa mai tentata sino ad ora.

Torino smart city europea: due app per gestire acqua e rifiuti

Prende il via il progetto europeo Almanac, un'iniziativa finanziata dalla Commissione europea nell'ambito del bando "Smart Cities 2013", che vede protagonisti il Comune di Torino insieme a Telecom Italia e l'Istituto Superiore Mario Boella.
Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea, si pone come obiettivo la realizzazione di una piattaforma ICT (Information and Communication Technology) per lo sviluppo di applicazioni innovative, inserite nell'ottica Smart City.

Pagine

Infrastrutture ed Energia

Il cemento mangiasmog italiano in corsa per l’“Oscar” dell’innovazione

Il cemento mangiasmog Tx Active, di Italcementi è in corsa nella categoria “Industry” agli European Inventor Award dell’EPO – European Patent Office che sarà assegnato a Berlino il prossimo 17 giugno, e premia l’eccellenza nell’innovazione tecnologica.
Il principio attivo Tx Active è stato messo a punto nei laboratori del Gruppo Italcementi dal team di ricerca guidato dal professor Luigi Cassar. Una nomination di cui l’Italia può essere contenta, in un settore che guarda al futuro e che deve affrontare sempre nuove sfide per coniugare l’affidabilità dei prodotti alle performance estetiche.

In Cina il tunnel più lungo del mondo

Otto ore di treno per fare 1400 km per girare intorno al mare di Bohai? Per i cinesi bastano 36 miliardi di dollari e un tunnel di 123 chilometri di cui 90 sotto il mare ed ecco che il tempo si riduce a 40 minuti.
Facile se si dispone delle enormi risorse finanziarie della Cina e della ferrea volontà del governo cinese nel campo delle infrastrutture.

Una strada può essere intelligente?

L’idea che una strada sia un pezzo di asfalto freddo e inanimato, una cosa che passivamente sopporta il passaggio dei mezzi e che si usura e che vale solo finché non deve essere rimosso e sostituito è oggi destinata a cambiare.
La strada ha un futuro diverso: non più una infrastruttura passiva ma un attore del trasporto su gomma.
Le moderne tecnologie faranno sì che la strada sia non solo interattiva con l’automobilista ma che dia un proprio contributo anche in termini energetici e di sicurezza.

Quando è possibile riciclare un’autostrada

Sono oramai in fase di ultimazione i lavori di ammodernamento ed ampliamento della dell’Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, il cui progetto Anas prevede, tra l’altro, l’abbattimento delle vecchie corsie in dismissione nel tratto tra Scilla e Bagnara che ricadono in una delle zone costiere più belle e panoramiche della Provincia di Reggio Calabria.

La marcia inarrestabile dell’energia pulita

Recentemente  il “Corriere della sera”, nel suo inserto “Corriereconomia”, ha dedicato ampio spazio al tema delle fonti rinnovabili.
L’articolo prende spunto da una ricerca dell’International Energy Agency dalla quale si apprende che sarà prossimo, entro il 2016, il sorpasso della produzione elettrica da fonti rinnovabili rispetto a quella prodotta dallo sfruttamento del gas; quando ciò avverrà, si ipotizza che l’energia pulita generata sarà il doppio di quella nucleare e resterà seconda solo al carbone.

Sarà italiana la nuova metropolitana di Riyadh

Un consorzio internazionale, guidato da Ansaldo Sts - e che comprende il colosso delle costruzioni Salini-Impregilo - si è aggiudicato l’appalto per la costruzione di una nuova linea della nuova metropolitana di Riyadh, per un valore di ben 6 miliardi di dollari.

Forlì all’avanguardia per le energie rinnovabili

HERA (Holding Energia Risorse Ambiente) ha aperto a Forlì HEnergia è il nuovo Centro di sviluppo per le energie rinnovabili. .
HERA è un'azienda multiservizi operante nel settore della distribuzione del gas, dell'acqua, dell'energia e nello smaltimento dei rifiuti in 240 comuni della provincia di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Ravenna, Rimini, Pesaro, Urbino, in 6 comuni della provincia di Ancona e in 3 comuni della provincia di Firenze.

Energie rinnovabili: eccellenza ad alta quota.

Riuscire a pagare il 27% in meno sulle bollette e risparmiare addirittura il 62% sul riscaldamento, in un periodo in cui le parole più usate ed abusate sono “crisi economica” e “ recessione”, è sicuramente uno dei sogni proibiti degli italiani. Non di tutti però. È a Prato dello Stelvio, paesino sudtirolese a mille metri di altitudine, che questi numeri diventano reali grazie ad una lungimirante attenzione del Comune, dei suoi abitanti e della cooperativa locale E-Werk Prad per l’energia alternativa.

Edilizia sociale: il successo del modello francese

Il dibattito sull'edilizia sociale in Italia si riaccende ciclicamente: in questo periodo, di forte contrazione economica, sembra tornare di attualità un intervento pubblico nel settore, per far fronte alla domanda di locazione e alle necessità del comparto immobiliare di sbloccare la propria attività.
Come sempre in Italia, si discute principalmente di finanziamento pubblico, in un'ottica di sviluppo keynesiano, minimizzando le conseguenze dell'impatto di un simile intervento sulle necessità di finanza pubblica.

I nuovi grattacieli nel mondo: Innovazione ed Ecologia

I Paesi emergenti sono cresciuti con ritmi sorprendenti, dando vita a stupefacenti, quanto un tempo impensabili, realizzazioni architettoniche. Sono Paesi in corsa per una sempre più spinta modernizzazione sulla scia dell’Occidente, Paesi caratterizzati da una profonda forza innovatrice. Il desiderio di innovare ha portato alla creazione di edifici straordinari, vere e proprie sfide che da sogni e progetti diventeranno presto realtà. Un primo esempio di queste nuove realtà è data dagli Emirati Arabi.

Pagine

Economia

Quei luoghi comuni su debito e PIL

E’ ampiamente diffusa la convinzione che la presente crisi italiana sia dovuta a due fattori interni: il debito pubblico troppo alto e l’inadeguatezza del sistema produttivo. L’dea è talmente radicata da trovare eco perfino in documenti della Comunità Europea:
 “Italy has the second debt to GDP ratio in the Euro area, at 127% of GDP in 2012”. Assesment of 2013  of reform and stabilty  programme for Italy. 05.29. 2013.

Industria conciaria eccellenza italiana

Un’indiscussa eccellenza del “made in Italy” è rappresentato dall’industria conciaria. Il settore conta più di 1.300 aziende con 18.000 addetti e vanta un fatturato annuo di 5 miliardi di euro, che per il 70% deriva da esportazioni.
Complessivamente, la produzione italiana rappresenta il 66% della produzione europea ed il 16% di quella mondiale.

Sfonda nel mondo il marmo “made in Italy”

Si è appena conclusa a Verona “Marmomacc”  la più importante fiera a livello mondiale  per le imprese  del marmo, design e tecnologie per la lavorazione della pietra.
La fiera ha consentito di fare il punto su questo comparto, erede di un’antica tradizione  e, al tempo stesso, uno dei più vitali del “made in Italy” , con 3.375  imprese,  35.000 addetti e 3,8 miliardi di euro di vendite , tra pietra lavorata e  macchinari.
Il 68% della produzione viene esportato in ben  130 paesi, con un saldo  attivo di 2,2 miliardi di euro.

Impresa e risultati

L’importante è partecipare…per vincere

Fabbriche e posti di lavoro schiacciati dalla crisi economica, messa in liquidazione o fallimento di aziende con conseguenti licenziamenti. C’è chi si arrende alla disoccupazione e chi non si rassegna, chi si lascia annientare dall’assistenzialismo e chi preferisce mettersi personalmente in gioco.

Pasta, vino ed olio: l’export cresce.

Sempre più persone in tutto il mondo amano sedersi davanti ad un piatto di pasta e un buon bicchiere di vino. Questo è quello che ci dicono i dati dell’ultima analisi Istat sull’export dei prodotti alimentari made in Italy: +12,6%. È il vino il prodotto più esportato con valori incrementati del 5,4% in Giappone e del 71,5% in Russia. Fa la sua parte, nell’apparecchiare col tricolore le tavole del nostro pianeta, anche la pasta che, secondo un’analisi di Coldiretti, vede crescere le proprie esportazioni del 27%.

Visite al sito

  • Sei il visitatore n.:365,828

    Notizie flash

    E’ giusta la fuga dei cervelli?

    Il brain drain è una questione di giustizia globale? Ci sono argomenti plausibili, e se vi sono, quali, per limitare la libertà di movimento nel caso di brain-drain su vasta scala?

    Il concetto di brain drain( fuga dei cervelli) consiste nel trasferimento di "capitale umano altamente qualificato" da un paese all'altro, in vista di un miglioramento del percorso lavorativo e/o formativo.

    Verso gli Stati Uniti d’Europa

    Gli Stati Uniti d’Europa rappresentano una meta auspicata da molte personalità del mondo della cultura, della politica, delle istituzioni e della società civile.
    L’Unione Europea, attualmente, pur essendo dotata di personalità giuridica, a livello istituzionale e politico, è un organo unico nel suo genere, infatti non è né uno Stato, né una federazione o confederazione di Stati.
    L’UE, tuttavia, esercita un proprio potere coercitivo, in alcune materie, nei confronti degli Stati membri (direttive, regolamenti comunitari,ecc.).

    ECCELLENZA ITALIANA un libro di Cristina Palumbo Crocco

    L’Italia è prima al mondo  per patrimonio artistico e culturale. Se il vino è Il prodotto italiano più venduto al mondo , secondo l’International Wine Challenge, che ha valutato circa 10 mila vini provenienti da tutto il globo, il Brunello di Montalcino Riserva 2004 è il miglior vino rosso al mondo. Il made in Italy enogastronomico per cui siamo riconosciuti e imitati ovunque sono anche il parmigiano reggiano, il prosecco,  il caffè, i prodotti ortofrutticoli e, ovviamente, la pasta. L’Italia è sempre stata icona di stile nella moda. I nostri migliori brend vestono con classe  milioni di persone nel mondo.

    MERITOCRAZIA di Cristina Palumbo Crocco

    Si stima che ogni anno, dall’Europa, fuggano verso gli States circa 100.000 cervelli. Secondo un recente studio del CNR, l’Italia è al quarto posto dopo Regno Unito, Francia e Germania. Tuttavia, mentre i maggiori paesi europei costituiscono anche un polo d’attrazione per i migliori talenti stranieri, l’Italia registra un flusso di brain drain decisamente negativo.

    In Country Brand

    Può un Paese essere valutato nella sua globalità? Può la percezione che si ha di esso all’estero influenzare le scelte di politica economica e sociale che lo riguardano?
    Oggi, sempre più, la risposta a questi quesiti è affermativa. E’ il concetto di Country Brand.
    Ogni Paese può essere “misurato” in base ad indici condivisi come la libertà politica, l’attenzione all’ambiente, la libertà d’espressione, la legalità, le opportunità di lavoro, il sistema scolastico, l’attrazione degli investimenti, il sistema sanitario, la tecnologia avanzata, ecc.

    Infrastrutture, edilizia, trasporti: trasportare per esportare, rigenerare le città

    Il sistema delle infrastrutture di trasporto è stato paragonato al sistema nervoso: funziona bene quando assicura scambi veloci tra le varie parti del corpo (del territorio) e quando è  guidato dalla testa (una strategia).

    Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer